Vai menu di sezione

Cos'è il CUG

Il Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, definito per brevità CUG, sostituisce, unificando le competenze in un solo organismo, i comitati per le pari opportunità e i comitati paritetici sul fenomeno del mobbing, costituiti in applicazione della contrattazione collettiva, dei quali assume tutte le funzioni previste dalla legge, dai contratti collettivi relativi al personale delle amministrazioni pubbliche o da altre disposizioni.

Si prefigge lo scopo di:

  • assicurare, nell'ambito del "lavoro", parità e pari opportunità di genere, rafforzando la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici e garantendo l'assenza di qualunque forma di violenza morale o psicologica e di discriminazione, diretta e indiretta relativa al genere, all'età, all'orientamento sessuale, alla razza, all'origine etnica, alla disabilità, alla religione ed alla lingua;
  • favorire all'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico, migliorando l'efficienza delle  prestazioni lavorative anche attraverso la realizzazione di un'ambiente di lavoro caratterizzato dal rispetto dei princìpi di pari opportunità, di benessere organizzativo e di contrasto di qualsiasi forma di discriminazione e violenza morale o psichica nei confronti dei lavoratori e delle lavoratrici;
  • razionalizzare e rendere efficiente ed efficace l'organizzazione della Pubblica Amministrazione anche in materia di pari opportunità, contrasto alle discriminazioni e benessere dei lavoratori e delle lavoratrici.

Il CUG ha composizione paritetica ed è formato da componenti designati da ciascuna delle organizzazioni sindacali rappresentative e da un pari numero di rappresentanti dell'Amministrazione, nonchè da altrettanti componenti supplenti.
La costituzione e nomina è effettuata con provvedimento del Direttore Generale; l’incarico ha durata quadriennale e può essere rinnovato per una sola volta. Il CUG adotta un regolamento entro 60 gg dalla sua costituzione per disciplinare il suo funzionamento.

Linee Guida sulle modalità di funzionamento art. 21, L. 04/11/2010 n. 183

Linee Guida.pdf 13,57 MB
Pagina pubblicata Mercoledì, 24 Ottobre 2018

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto